L’emergenza ha portato con sé una vera e propria rivoluzione non solo nel modo di lavorare, ma anche nel modo di pensare.

Ha reso evidente agli occhi di tutti come ciò che molti credevano impossibile in realtà, e come spesso accade i limiti sono soltanto nella nostra mente.

Così come si pensava fosse impossibile scendere sotto i 10” nei 100 metri di corsa, oppure superare i 6 metri nel salto con l’asta, ma potrei proseguire per ore ed ore negli esempi, in realtà il concetto è sempre lo stesso: finché qualcuno non fa per la prima volta qualcosa, fino ad un attimo prima, si pensa all’impossibilità di farla.

La scuola a distanza? Impossibile!

Il lavoro a distanza? Impossibile!

Ebbene questa emergenza sanitaria almeno ha fatto comprendere all’uomo che i limiti spesso sono soltanto nella testa.

Moltissime barriere sono state abbattute in questi mesi, barriere che avrebbero richiesto altrimenti anni in condizioni di normalità.

Darwin lo avrebbe chiamato semplicemente adattamento, che ognuno di noi , in maniera più o meno consistente, ha attuato.

Cosi come abbiamo ripensato ad un nuovo modo di vivere, allo stesso modo  dovremmo ripensare ad un nuovo modo di lavorare ed acquisire una nuova consapevolezza.
Lo Smart Working c’è, esiste, ed è anche uno strumento molto potente, quindi poco tempo per le lamentele e come il nostro Popolo ha sempre fatto, gambe in spalla e via proiettati verso il futuro. Sempre.

Giancarlo Maria Gentile

Giancarlo Maria Gentile

Commercial Project Manager - VoIP PBX - Smart Working Solutions